King Zulu: la lezione di storia del jazz di Jean-Michel Basquiat

ingresso: ingresso libero

artisti

Francesco Martinelli | relatore

 

King Zulu: la lezione di storia del jazz di Jean-Michel Basquiat

 

I segreti di un quadro, conversazione con Francesco Martinelli‚Ä®

 

Cresciuto nella cultura hip-hop, Basquiat aveva un divorante interesse per il jazz, che ascoltava di frequente e seguiva con grande attenzione: nota la sua familiarità con la musica di Parker, che spesso inondava il suo studio. Verso la metà degli anni 80 inizia  una serie di dipinti dedicati ai grandi eroi neri della musica jazz e della boxe, con dediche esplicite a Charlie Parker e ai suoi brani.  Summa di questo periodo e Pantheon personale della poetica di Basquiat è il gigantesco KING ZULU, una vera e propria lezione di storia del jazz a chiave, una complessa crittografia che si lascia comprendere solo a chi guarda con attenzione ai dettagli.

Il quadro, che vede alcune figure di musicisti galleggiare in un mare di blu intenso, è una dedica velata a Louis Armostrong; più che un quadro un’enigmatico commento a proposito del jazz e della sua storia.

 

 

 

Per Informazioni 

ParmaFrontiere 0521 238158 Info@parmafrontiere.it